Esempi di applicazione RADIOCOMANDO USB in domotica, telecontrolli ed automazione domestica

Il dispositivo RADIOCOMANDO USB (maggiori informazioni) permette di realizzare con estrema economicità e velocità sofisticati sistemi di domotica, telecontrolli e di automazione domestica grazie all'uso di tecnologie wireless altamente standard e apparati di facile reperibilità.

Di seguito verranno illustrati i prodotti, le metodologie e le tipologie di impianto con l'obbiettivo di automatizzare e controllare gli apparati elettrici ed elettronici di ambienti quali case, uffici o luoghi remoti non presidiati.

Il sistema è costituito da:

  • Dispositivo di controllo con RADIOCOMANDO USB

  • Prese Radiocomandate Avidsen e compatibili per il controllo di apparati su presa elettrica

  • Radiocomandi standard MM532000, Motorola, HT12, SC2262 per il controllo di apparati elettrici ed elettronici di ogni tipo

  • Dispositivo di comando quale il telecomando standard o applicazioni avanzate tramite PC, smartphone, tablet con integrazione di applicativi WEB, NFC e APP

L'utilizzo di apparati radio standard consente sia il controllo degli apparati da parte del sistema elettronico ed informatico, sia il controllo tramite i telecomandi e gli apparati di comando manuali in dotazione; consentendo una integrazione trasparente e non invasiva.

Tutti gli apparati hardware descritti sono in vendita nei nostri store, in caso di richieste non esitare a contrattarci!

Il sistema completo permette di implementare numerosi tipi di attività:

  • Risparmio energetico attivando o disattivando in maniera completamente autonoma apparati elettrici domestici o di ufficio che in alcuni frangenti si rivelano dispendiosi. Ad esempio è possibile disattivare con prese radiocomandate apparati quali televisori, pc, videoregistratori, consolle ed apparati sempre alimentati quali alimentatori (cellulari, smartphone, tablet, notebook etc), forni a microonde, spie luminose.

    Inoltre è possibile integrare il sistema con l'antifurto dell'ambiente disattivando in maniera automatica tutti i carichi non necessari quando non si è in casa e si attiva l'antifurto per riattivarli in maniera completamente automatica quando si torna in casa e si disattiva l'antifurto. Questo crea un avanzatissimo sistema standby killer che consente notevoli risparmi energetici senza rendere più complicata la gestione degli apparati elettrici.

  • Gestione remota di apparati elettrici ed elettronici

  • Deterrenti per furti, attivando luci ed altri apparati in maniera random dando l'idea che sia presente una persona nell'ambiente

  • Gestioni automatiche computerizzate di ambienti non presidiati

  • Gestione di carichi elettrici in grandi ambienti industriali ed uffici per ottimizzare i consumi degli ambienti e i relativi costi

  • Apertura cancelli automatici via radio tramite WEB, squillo chiamata GSM, SMS con autenticazione e registrazione accesso

Ecco il sistema in oggetto illustrato

APPARATO DI CONTROLLO CENTRALE

L'apparato di controllo dell'impianto di esempio è costituito da un PC (normale o embedded quali Raspberry PI, Intel Atom, linux box etc.) con collegato tramite USB il Radiocomando USB. Il sistema di controllo con questi due componenti è già costituito ed è già possibile inviare comandi via radio ad apparati wireless descritti successivamente.

Il sistema di controllo PC+Radicomando USB grazie alla sua estrema scalabilità e possibilità di integrazione può essere espanso con software per il comando via internet o tramite smartphone, hardware modem per la ricezione di comandi tramite reti GSM/GPRS/UMTS/HSPA/LTE ed apparati di input e sensori in grado di aumentare il potere decisionale del sistema e di aumentare le operazioni automatizzate.

Specialmente per la parte di input e sensoristica è possibile integrare nel sistema di controllo una seconda interfaccia USB o seriale R232/RS485 per installare il nostro sistema domotico MB bus (maggiori informazioni) che grazie ai suoi numerosi dispositivi consente il controllo completo da parte del PC via rete RS485 cablata degli ambienti di case e uffici e industriali.

Di seguito l'immagine di un apparato di controllo costituito da un PC Intel Atom a bassissimo consumo che gestisce un sistema MB bus e un Radiocomando USB.

 

Il dispositivo di controllo è in grado di attuare tramite il programma in esecuzione in maniera completamente automatica comandi agli apparati radio tramite il Radiocomando USB e consente di ricevere tramite le proprie reti (internet, web, gsm, gprs etc) i comandi da girare ai dispositivi radio sempre tramite il Radiocomando USB. Questo rende possibile il controllo degli apparati radio e dell'apparato di controllo indifferentemente da PC, Tablet, Smartphone sia in locale nell'ambiente sia in qualunque parte del mondo sempre con i medesimi apparati personali.

Oltre che alle tradizionali APP il controllo è possibile tramite pagine WEB installando un server WEB sul dispositivo di controllo, consentendo un controllo standardizzato e possibile in ogni dispositivo dotato di browser web da qualunque parte del mondo. Le modalità sono medesime sia che si sia nell'ambiente, sia che si sia dall'altra parte del mondo.

Esempio di pagina WEB per il controllo di apparati

A livello interno del dispositivo di controllo il comando degli apparati radio da parte dei software di gestione avviene tramite un semplice comando su shell avviabile da qualsiasi applicazione Windows o Linux richiamando il software fornito con il Radiocomando USB. Tale modalità è identica per comandi totalmente automatizzati (usando operazioni pianificate o cron) o per comandi diretti da applicazioni specifiche, rendendo il controllo automatico dell'apparato Radiocomando USB standard e facilmente implementabile da chiunque abbia un minimo di esperienza con le applicazioni a linea di comando.

Ecco un esempio di comando con l'applicativo Windows:

“RADIO SWITCH COMMANDER.exe” <numero canale> <ON o OFF>

ovvero ad esempio:

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 1 ON

Nel caso di controllo di più apparati radio con uno script di operazioni pianificate ed altro è possibile su Windows generare file .bat per eseguire una serie di comandi come quello sopra e con un solo richiamo effettuare un ciclo di attivazioni, diasttivazioni o misto. Di seguito un esempio di file .bat

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 1 ON

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 2 ON

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 3 ON

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 4 ON

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 5 ON

“PLUG SWITCH COMMANDER.exe” 6 OFF

Per maggiori informazioni e le medesime operazioni in apparati Linux si consiglia la lettura del manuale relativo al Radiocomando USB (qui) oppure potete contattarci.

PRESE RADICOMANDATE AVIDSEN

 Le prese radiocomandate Avidsen sono state scelte come attuatori di comando wireless per il nostro sistema in quanto presentano caratteristiche di pregio rispetto ad altre soluzioni:

  • Codificazione standard 10 bit tramite integrati SC2262/SC2272 su frequenza 433,92MHz

  • Codificazione prese libera tramite DIP SWITCH liberamente modificabili sul retro della presa radiocomandata

  • Controllo ON – OFF tramite comandi distinti

  • Controllo indipendente di 128 prese con telecomandi in dotazione prese e Radiocomando USB

  • Controllo indipendente di 1024 con il solo Radiocomando USB

  • Telecomando a 4 canali con 32 gruppi prese selezionabili

  • Carico massimo 1000W

  • Attivazione carico tramite relè

  • Spina e presa italiana tripolare formato 16A

  • Basso costo, ottima qualità ed ottime prestazioni

L'utilizzo di questo modello di prese consente un controllo completo con il nostro apparato Radiocomando USB e permette di codificare le prese per un utilizzo tramite il solo Radiocomando USB o per un utilizzo misto Radiocomando USB e telecomandi in dotazione (configurazione consigliata fino a 128 prese da controllare).

Nel caso di utilizzo misto è possibile gestire l'attivazione indipendente di massimo 32 gruppi da 4 prese radiocomandate (controllo indipendente delle prese su 32 telecomandi con 4 prese ciascuno) per un totale di 128 prese.

Nel caso di utilizzo del solo Radiocomando USB è possibile controllare indipendentemente fino a 1024 prese.

Le prese possono essere installate direttamente tra spina e presa di ogni apparato da controllare (fino a 1000W) ed installate senza particolari accorgimenti e sebbene con il telecomando in dotazione la copertura di comando è di circa 30m con il Radiocomando USB e la sua antenna omnidirezionale è possibile coprire agevolmente ambienti di oltre 300mq anche in presenza di ostacoli.

Tale soluzione risulta quindi essere la più semplice e rapida e non richiede alcun intervento elettrico od elettronico nei dispositivi da controllare e risulta essere assolutamente sicura grazie alla certificazione CE delle prese radiocomandate Avidsen; l'utilizzo del telecomando inoltre consente un controllo manuale dei carichi ed automatico tramite il Radicomando USB creando un controllo discreto ed non invasivo.

L'utilizzo delle prese può anche essere per impianti fissi murali inserendo una classica presa e spina italiana 16A ai propri impianti.

I kit in vari formati delle prese radiocomandate Avidsen sono disponibili nel nostro store a questo indirizzo.

Di seguito ad esempio alcune installazioni su apparati classici non fissi e una installazione per il controllo via radio misto manuale automatico di fari led ad alta efficienza con l'utilizzo di una presa radiocomandata Avidsen installata in maniera murale con scatole da impiantistica discreta.

  

 

RADIOCOMANDI STANDARD MM532000, MOTOROLA, HT12, SC2262

 Per tutti i dispositivi da controllare aventi impianti dedicati o specifici non standardizzabili con prese radiocomandate è possibile usare i vari tipi di radiocomandi presenti in commercio. Tramite questi apparati è possibile controllare apparati con i contatti puliti degli apparati ricevitore ed è possibile gestire quasi tutti i carichi elettrici ed elettronici. Per l'installazione di tali apparati è richiesta una certa esperienza, specialmente se si lavora con elevate tensioni. Il nostro Radiocomando USB è in grado di pilotare la maggior parte dei protocolli a codice fisso e grazie alla sua estrema flessibilità è possibile integrare in qualsiasi momento anche altre codifiche a richiesta del cliente con aggiornamento firmware tramite apposito software autonomo.

Questo vale oltre che per i classici radiocomandi anche per tutti gli apparati radio funzionanti a 433,92 Mhz con modulazione AM OOK (la più comune).

Gli apparati standard li trovate nel nostro store a questo indirizzo, per apparati specifici potete contattarci per verificarne la fattibilità ed il prezzo.

Ecco alcune immagini di apparati di ricezione.

 

DISPOSITIVI DI COMANDO AVANZATI

 

 Il Radiocomando USB oltre che impartire comandi automatizzati agli apparati via radio può essere utilizzato come mezzo per impartire comandi manuali tramite dispositivi di comando avanzati che vanno oltre ai classici telecomandi radio forniti con i dispositivi radio quali prese radiocomandate o radiocomandi classici. Questo approccio può essere utilizzato per impartire comandi a migliaia di unità con un solo dispositivo senza la necessità di portarsi dietro ogni telecomando, per impartire comandi da ogni parte del mondo tramite APP o BROWSER grazie alle tecnologie internet, web reti mobili wireless e per effettuare controlli di accesso più avanzati rispetto a quelli che un telecomando classico può fornire senza complicare l'attuazione via radio del comando.

Di seguito verranno descritte e mostrate alcune di queste modalità usate spesso nei nostri sistemi:

  • Invio comandi tramite pagina WEB attraverso internet, questo tipo di modalità permette un controllo tramite un qualsiasi dispositivo dotato di browser web (PC, Tablet, Smartphone...) ovunque nel mondo. Dato l'elevata facilità di comando è consigliabile proteggere le attuazioni con sistemi che richiedano il riconoscimento dell'utente come password o certificati. La parte server WEB può essere realizzata direttamente sull'apparato di controllo centrale tramite linguaggi web dinamici come PHP, ASP.NET,Javascript...

  • Invio comandi tramite TAG NFC. Questa modalità richiede l'utilizzo di appositi TAG, con l'attuazione sempre tramite comando web (è richiesto pertanto un server WEB sull'apparato centrale), che permettono un invio del comando tramite l'appoggio di un apparato lettore NFC (cellulare, smartphone, tablet) che a sua volta legge dal TAG le informazioni URL per attuare il comando tramite WEB. Ogni TAG viene dedicato ad un comando, pertanto è possibile legare fisicamente un oggetto “taggato” all'attuazione da fare, semplificando il riconoscimento della funzione da attuare, in luoghi pubblici sono consigliati meccanismi di autenticazione. Maggiori informazioni

  • Invio comandi tramite socket TCP o URL tramite APP per smartphone e tablet

  • Invio comando tramite rete mobile GSM con SMS o chiamata per attivare luci ed aprire cancelli automatici con uno squillo, per questa funzione è richiesto nel apparato centrale un MODEM GSM come ad esempio modelli Siemens TC35, MC55...

  • Su alcuni apparati mobili è possibile utilizzare NFC anche senza internet per l'invio di SMS e chiamate per l'invio comando tramite reti mobili descritto nel punto precedente. Maggiori informazioni

  • Invio comando tramite rete dati GPRS, UMTS..., richiede apparato di accesso da un operatore di telefonia mobile

Di seguito alcune immagini